Dieta, Integratori

Come iniziare una dieta e portarla a termine con successo

GE.FO. nutrition Srl: come iniziare una dieta

Come iniziare una dieta? È questa la domanda che solitamente ci si pone quando si decide di perdere peso. Cambiare abitudini alimentari e stili di vita richiede infatti impegno e dedizione. Non si può improvvisamente decidere di stravolgere tutto se prima non si è pronti psicologicamente ad affrontare una dieta.

La motivazione e la forza di volontà sono i presupposti basilari da cui partire. Se si agisce altrimenti, purtroppo, anziché perdere chili se ne guadagneranno sempre più, con in aggiunta lo spiacevole tornaconto di una pelle flaccida, infiacchita dal continuo sali e scendi di chili.

Ecco quindi 5 consigli su come iniziare una dieta e poterla terminare con successo.

1. Quando e perché mettersi a dieta?

Qual è la molla che ha fatto scattare il pensiero che era ora di dire basta ai chili di troppo? Qual è stato il motivo per cui si è deciso che non si poteva andare oltre?

Eccessivo affaticamento nel salire le scale, una figura allo specchio che fa rabbrividire e avvilire anziché rasserenare, senso di insicurezza e di disagio? Analisi del sangue sballate o altri motivi legati allo stato di salute?

Tutte queste cause sono accumunate da un comune denominatore che è quello del volersi bene, ed è bene tenere in mente chiaramente questa molla per andare a recuperarla ogni volta che si è tentati di abbandonare la dieta.

Quest’ultima deve essere infatti presa non come un regime di privazione, ma come un modo per migliorare il proprio stile di vita e sentirsi in forma. Così facendo, il primo passo per come iniziare una dieta è fatto.

2. Porsi degli obiettivi realistici

Una volta individuato come iniziare una dieta, bisogna poi capire come portare avanti quella dieta. Come già detto, il nuovo regime alimentare dovrebbe essere in verità una rieducazione sul mangiare sano e in modo corretto.

La conseguenza è che regimi alimentari eccessivamente restrittivi o diete che richiedono sacrifici impensabili, non sono assolutamente quelle giuste da seguire. Un dimagrimento sano dovrebbe riuscire a far perdere non più di mezzo chilo, o al massimo un chilo, a settimana; per cui le promesse di cambiamenti drastici in pochissimo tempo sono assolutamente da evitare.

Non solo l’alimentazione sarà così scarna da far abbandonare quella dieta quasi subito, ma anche il recupero dei chili tanto faticosamente persi sarà rapido, e peggiore anche. Essere realistici sulle tempistiche del dimagrimento aiuterà a trovare la motivazione quando la tentazione di fare strappi alla dieta si farà più grande.

3. Come scegliere il regime alimentare più adatto

È ovviamente il passo successivo al come iniziare una dieta. Una volta capite le motivazioni e posti degli obiettivi realistici, bisogna decidere come raggiungere questi obiettivi. Il consiglio è quello di non improvvisare diete fai-da-te ma di affidarsi ai consigli di un esperto.

Un nutrizionista, per esempio, potrà non solo dare suggerimenti su come perdere peso, ma anche creare un regime alimentare altamente personalizzato, capace di soddisfare vizi e voglie della persona a dieta.

Così facendo sarà molto più facile resistere alle tentazioni poiché ci si sentirà appagati dalla dieta stessa.

4. L’importanza di fare sport

Come già detto, la dieta deve essere il punto di partenza per migliorare il proprio stato generale di salute. Il che significa che si impara un modo diverso e sano di mangiare.

Non è però l’unica cosa importante. Per perdere chili e avere un aspetto tonico e in salute, bisogna associare al nuovo regime alimentare anche lo sport. Tenendosi in forma si crea un circolo virtuoso in cui ci si libererà dell’effetto sali-scendi e si accelererà il dimagrimento.

5. Impara ad avere un rapporto sano con il cibo

Per avere in mano il segreto su come iniziare una dieta bisogna capire che deve mutare il rapporto con il cibo e con sé stessi. Il peso non deve diventare un’ossessione, così come a tavola bisogna sedersi sereni ed evitare di sfogare le frustrazioni sul cibo o di premiarsi con esso.

Vanno, altresì, evitati i digiuni forzati e i cibi troppo elaborati, mentre è il caso di riscoprire il sapore genuino degli alimenti, capendone i valori nutrizionali e i benefici che apportano al corpo. Proprio dalla natura arrivano degli utilissimi aiuti per il corpo e per portare avanti una dieta.

Come il Ghamin, un integratore a base di proteine del siero del latte, aminoacidi, vitamina B6 e zinco che non solo integra il fabbisogno proteico delle diete ipocaloriche ma funge anche da acceleratore per il metabolismo degli acidi grassi.

O come l’Olodren, un concentrato di equiseto, ortica, cardo mariano, biancospino, alga Wakame e cromo che funge da coadiuvante per la perdita di peso favorendo l’eliminazione dei liquidi in eccesso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *