Alimentazione, Integratori, Integratori Alimentari

Preparare la pelle all’estate

L’estate sta già bussando. La temperatura si alza, le giornate si allungano e si sente l’impazienza per poter provare quella piacevole sensazione di stare ore e ore a crogiolarsi al caldo e al sole.

Ok, la voglia c’è, il clima si sta preparando, manca solo una cosa. Quanto è pronto il nostro corpo ai bagni di raggi solari? Non basta infatti ricorrere alle creme solari e alle protezioni più svariate quando si è in spiaggia. Così come per l’estate ci si prepara cercando di perdere dei chili e di rimettersi in forma, in egual modo bisogna preparare la pelle ad affrontare l’abbronzatura imminente.

Una preparazione che andrebbe seguita da tutti i fototipi, indipendentemente da quanto si crede di essere invulnerabili a scottature ed eritemi.

Per avere una pelle pronta ad affrontare il solleone, occorre agire su più fronti. Alimentazione, idratazione, pulizia dell’epidermide e attività fisica sono il mix giusto per potersi godere i caldi raggi del sole, con un’abbronzatura non solo bella a vedersi ma anche duratura e sana, cioè senza eritemi e scottature.

Quali sono i consigli da seguire? Scopriamoli insieme.

Mare, sole, estate: come preparare la pelle all’abbronzatura

Per avere una pelle a prova di tintarella, bisogna in primis idratare la pelle e idratarsi. La pelle non va solo idratata con creme e latte corpo, ma anche dall’interno. Come? Bevendo tanta acqua, oppure includendo nella propria dieta gli alimenti che contengono molta acqua, come angurie, lattughe, meloni e zucchine.

Bisogna poi ossigenare la pelle e pulirla a fondo. Come? Fare attività fisica all’aria aperta, camminando almeno 3 volte a settimana per 30 minuti, per esempio, o concedendosi delle nuotate di 200 metri almeno. Per pulirla invece bisogna esfoliarla ed eliminare tutte le cellule morte. Via libera a scrub e a massaggi drenanti.

Inoltre, non bisogna avere fretta nell’abbronzarsi. Più si cercano di accelerare i tempi per vedere la pelle imbrunita e peggio si fa. Chi infatti cerca di ottenere subito l’agognata tintarella, tende a esporsi al sole nelle ore più calde (sconsigliatissimo!) usando delle protezioni solari basse, o non utilizzandole affatto (ancor peggio!).

Una buona idea può essere quella di concedersi delle sedute di lettino solare oppure di utilizzare un autoabbronzante che scurisca un po’ la pelle. Nei primi giorni bisogna evitare del tutto di esporsi al sole nella fascia oraria dalle 13:00 alle 16:00 e utilizzare delle protezioni solari alte, almeno nei primi giorni. L’alternativa è quella di trovarsi con un’abbronzatura a macchie, eritemi o scottature.

Meglio abbronzarsi in maniera graduale e senza pretendere da subito l’agognata “pelle nera”.

Preparare la pelle con l’alimentazione giusta

Anche l’alimentazione, ovviamente, gioca un ruolo fondamentale. Oltre a essere ottimi alleati per la dieta, carote, pomodori, verdure a foglia verde, albicocche e meloni, sono ricchi di carotene, lo stimolatore della melanina. Sono questi ultimi i pigmenti che conferiscono il colore più scuro alla pelle e che ci fanno apparire abbronzati.

Ultimo, ma non per ultimo, gli integratori alimentari sono degli ottimi alleati per la tintarella. Andrebbero presi da un mese prima dell’esposizione in modo continuativo fino a una settimana dopo. Quali preferire? Quelli che aiutino a difendere la pelle e a sanare il tessuto connettivo.

Sidermis è un integratore ricco di Vitamina E e di Vitamina C, importanti cofattori per la produzione del collagene ed efficienti anti-ossidanti. Fra i danni provocati dal sole, c’è anche la silente azione ossidante, prima causa dell’invecchiamento della pelle e della comparsa delle rughe.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *