Alimentazione, Collageno Idrolizzato, Dieta

Le cattive abitudini che fanno invecchiare la nostra pelle

GE.FO. nutrition Srl: Invecchiamento della pelle

Volente o nolente, la pelle con cui nasciamo è una e quella resterà a vita. Conservarla e preservarla nel tempo è quindi nostro compito. Non che si possa annullare l’invecchiamento della pelle, ma perseverare in alcune condotte nocive e cattivi abitudini non fa che accelerare l’invecchiamento cutaneo.

Come un giardino che se non viene annaffiato e potato si deteriora e sfiorisce, così la pelle se non viene nutrita dall’interno e non viene protetta contro gli agenti tossici esterni, invecchia precocemente. Ciò favorisce la comparsa di solchi e rughe prima del tempo dovuto.

Infatti, i segni dell’invecchiamento non sono legati solo all’età ma anche alle cattivi abitudini.

Fra questi vanno ricordati l’alimentazione e lo stile di vita, oltre ad alcuni fattori esterni, come il sole e l’inquinamento.

Se non vengono modificati questi aspetti nella propria quotidianità, il risultato sarà una pelle segnata, capace di far apparire un viso più vissuto di quanto lo sia in realtà.

Come l’erba cattiva, si sa che le brutte abitudini sono difficili da estirpare e sradicare.

Con impegno e costanza, però, si può riuscire a modificare anche il più infido dei vizi e mantenere la pelle giovane, a dispetto degli anni che passano.

Senza perdersi d’animo, ecco quali sono le cattive abitudini da abbandonare subito per una pelle capace di tornare a risplendere in modo radioso.

Invecchiamento della pelle e cattive abitudini

Nel novero dei comportamenti nocivi, il primo è quello di non idratare abbastanza la pelle. Come una pianta che senza acqua è destinata a seccare e a morire, così la pelle ha bisogno di sostanze nutritive.

Queste permettono di preservare le riserve di collagene così da mantenere l’elasticità cutanea.

L’idratazione deve però essere effettuata da due vie: una interna e una esterna. Poiché il corpo è composto per il 70% di acqua, bere molto è essenziale per mantenere la pelle giovane.

Esternamente, invece, non struccarsi e non permettere alla pelle del viso di rigenerarsi, provoca danni seri. Una pelle che non viene ossigenata, ma anzi viene tappata da tutte le sporcizie e i prodotti applicati durante il giorno, sarà vittima dei radicali liberi. Questi ultimi distruggono le cellule di collagene favorendo la crescita di rughe e solchi.

L’altra cattivissima abitudine da abbandonare è quella di esporsi al sole senza proteggersi. I raggi UVA penetrano a fondo causando rilassamento cutaneo. Detto altrimenti, favoriscono la comparsa delle rughe.

Usare protezioni con un fattore di protezione di almeno 30 è importante per proteggere l’epidermide dai danni provocati dai raggi nocivi del sole.

Quali sono le altre cattive abitudini che fanno invecchiare prima del tempo?

Fumare, dormire poco e avere un’alimentazione ricca di grassi e zuccheri. Questi tre comportamenti oltre che a favorire la comparsa delle rughe, sono in verità uno sciagurato trio per lo stato di salute generale.

Non solo quindi la pelle sarà segnata e poco elastica, ma si avrà una cera tutt’altro che ottima, con chili di troppo, cellulite e problemi cardiovascolari.

Rimedi naturali e consigli utili

Il primo rimedio è quello di abbandonare i cattivi comportamenti suddetti.

Smettere di fumare, dormire almeno 8 ore a notte e mangiare in modo sano ed equilibrato. Questo solo per iniziare.

Bisogna poi pulire bene la pelle, soprattutto prima di andare a dormire, e utilizzare prodotti estetici che siano capaci di idratare a fondo l’epidermide.

Andrebbero preferiti prodotti contenenti sostanze che contrastino sia l’azione nociva dei raggi solari, che quella dei radicali liberi.

Entrambi deteriorano i livelli di collagene, una proteina che costituisce la base fondamentale dei tessuti connettivi. Riequilibrare le giuste dosi di collagene aiuta a recuperare l’elasticità della pelle e a prevenire la comparsa di rughe e solchi profondi.

Quali creme per contrastare l’invecchiamento della pelle

Meglio innanzitutto utilizzare cosmetici adatti al proprio tipo di pelle. Assolutamente da evitare un comportamento volto al risparmio o alle profumazioni più attraenti.

È bene invece leggere attentamente l’etichetta ed evitare prodotti che contengano solfati, alcol ed emulsionanti.

Questi ultimi sono elementi che, benché siano solitamente inseriti in prodotti idratanti, hanno invece lo spiacevole effetto di disidratare eccessivamente la pelle.

Via libera allora a creme e integratori a base di collagene che rigenerano le fibre di elastina e assicurano sostegno all’epidermide.

Meglio poi se nella dieta vengono inseriti prodotti che contrastano l’ossidazione della pelle, come i pomodori (ricchi di licopene) e la curcuma, che protegge dai raggi UV-B.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *