Integratori, Integratori Alimentari

Integratori nutraceutici: benefici e proprietà

GE.FO. nutrition Srl: integratori nutraceutici

Integratori nutraceutici, cosa sono? Come possono essere utili per il nostro corpo e per il nostro benessere? Sono queste alcune delle domande a cui cercheremo di dare risposta nel corso di questo articolo.

Per iniziare, è bene definire cosa sono gli integratori nutraceutici. Questi ultimi sono spesso confusi con i più comuni integratori alimentari. Una confusione che non è segno di ignoranza. Sono bensì solo dei dubbi non dissipati in merito alle differenze tra le due categorie di prodotti.

Gli integratori alimentari sono dei prodotti che integrano, appunto, le sostanze nutritive essenziali per il corpo o carenti in una dieta. Le motivazioni alla base di questa integrazione possono essere le più disparate. Il corpo non assimila i nutrienti dagli alimenti per la mancanza, per esempio, di particolari enzimi o per la presenza di intolleranze.

Gli integratori alimentari più comuni sono quelli degli acidi grassi Omega 3 oppure quelli vitaminici, o ancora degli aminoacidi o dei minerali e delle fibre.

A differenza di questo tipo su visto, gli integratori nutraceutici si riconoscono per delle caratteristiche peculiari. Scopriamole insieme.

Cos’è un integratore nutraceutico?

Gli integratori nutraceutici sono caratterizzati dal fatto di apportare tramite delle sostanze nutritive essenziali anche dei benefici per la salute.

Un esempio classico è il collagene. Quest’ultima è una proteina essenziale per i tessuti connettivi, per la pelle e per le articolazioni (soprattutto per le ossa). Con l’avanzare dell’età, i livelli di collagene presenti calano costantemente. La comparsa delle rughe è, per esempio, legata anche a inferiori livelli di collagene fra le cellule dell’epidermide. Assumere, quindi, un integratore di collagene aiuta a introdurre un elemento che produce determinati effetti benefici.

La parola integratore nutraceutico nasce infatti dalla fusione dei due termini “nutrizione” e “farmaceutica”. Le sostanze non sono solo nutrienti, ma aiutano ad apportare delle molecole benefiche per la salute (come i processi anti-invecchiamento suddetti).

Solitamente le molecole, rigorosamente di origine naturale, vengono isolate, purificate e concentrate in questi prodotti. Così facendo, si crea un’elevata concentrazione di un principio attivo specifico e del vantaggio salutistico apportato.

Gli integratori nutraceutici possono essere considerati come un’evoluzione degli integratori alimentari. Come se questi ultimi fossero stati migliorati dall’applicazione di tecniche farmaceutiche a prodotti naturali.

Proprio per questa loro caratteristica, facilmente questo tipo di integratore viene confuso con gli alimenti funzionali. Questi ultimi sono simili a un integratore nutraceutico ma sono più specificamente alimenti o parti di essi che abbiano dei benefici per la salute, incluso la prevenzione o la cura delle malattie.

La differenza consiste nel fatto che gli integratori sono delle concentrazioni elevati delle componenti alimentari benefiche, rigorosamente di origine naturale, anche se nella forma possono ricordare i farmaci. Sono infatti assumibili tramite forma di pillole, capsule o polveri, e prima di essere commercializzati sul mercato devono essere sottoposti a esami tossicologici. Ultimo, ma non per ultimo, il beneficio apportato per la salute deve essere comprovato.

Qualche esempio di integratore nutraceutico

Tutto chiaro? Per dissipare ogni dubbio, ecco qualche esempio di integratori nutraceutici. Gefobiotic è un integratore che associa l’azione combinata di 5 olii essenziali. Il risultato è quello di anti-infettivo naturale che può essere usato da solo o come complemento di un’altra copertura clinica.

Procyal Ace invece è una composizione che ha come raggio d’azione principale quello di combattere i radicali liberi. Aiuta, inoltre, a proteggere dalle infezioni, dalle infiammazioni e svolge anche azione cicatrizzante.

Per finire, Serenium che aiuta a ridurre lo stress e a spezzare i circoli viziosi in cui la spirale dello stress ci lascia indugiare a lungo. Utile nei pazienti che hanno preso ansiolitici e antidepressivi, i quali, al momento dell’assunzione dell’integratore, non hanno presentato effetti di privazione dagli psicofarmaci.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *