Alimentazione

Intestino: come mantenerlo in salute

Pancia gonfia, dura, senso di pesantezza, digestione lenta, fitte e dolori addominali, aerofagia e problemi digestivi. Tutti sintomi di un problema legato a un intestino debole, o quanto meno in difficoltà!

Spesso si può soffrire di infiammazioni intestinali senza saperlo, anche se non si hanno problemi di stitichezza. Può esserci un’alterazione della flora batterica, oppure la ben più grave presenza di parassiti intestinali.

Anche cause meno gravi possono contribuire alla creazione di problemi intestinali e favorire la comparsa del cosiddetto “intestino irritabile”. L’alimentazione scorretta, i pasti consumati in fretta o più semplicemente lo stress e la tensione nervosa, sono tutti elementi che incidono negativamente sulla salute dell’intestino.

Riuscire a mantenere un giusto equilibrio della flora batterica è il primo passo per avere un intestino sano e in ottima salute. Per farlo, bisogna porre molta attenzione verso l’alimentazione, i farmaci assunti, lo stress e lo stile di vita.

Avere un ritmo di sonno/veglia regolare, dormire otto ore a notte almeno, seguire un’alimentazione sana e che includa molta frutta e verdura, praticare sport ed esercizio fisico, non sono dei cliché della vita sana ma gli unici veri e funzionali passi per poter stare bene.

Cosa si deve fare nel particolare? Ridurre le quantità assunte di zuccheri, dolci e grassi. Per quest’ultima categoria di prodotto va detto che è meglio preferire grassi mono o polinsaturi, come quelli vegetali, per esempio l’olio di oliva, mentre andrebbe ridotto il consumo di grassi saturi.

Per restare in tema di alimentazione vanno preferiti cibi ricchi di fibre, mentre vanno eliminati fumo e alcol, così come le bibite gassate.

Una sana abitudine da adottare a tavola è quella di mangiare lentamente e di evitare di bere con la cannuccia, così da ridurre la quantità di aria ingerita.

Fare regolare attività fisica aiuta non solo a migliorare le difese immunitarie ma è anche un ottimo rimedio contro stress e malumore. L’intestino è quasi lo specchio dell’anima, ci sono più neuroni che nel cervello infatti, ed è lì che si ripercuote il nervosismo. La conseguenza è facilmente immaginabile.

I rimedi naturali per aiutare l’intestino e avere la pancia piatta

Non sono pochi gli italiani che lamentano disturbi intestinali. Meteorismo, pancia gonfia, crampi addominali, senso di tensione, nausea, vomito, stipsi, diarrea, steatorrea sono alcuni dei sintomi più comunemente registrati.

Per aiutare l’organismo in modo naturale e prevenire l’insorgenza di questi problemi intestinali, si può ricorrere a dei metodi naturali. Preferire alcuni tipi di alimenti rispetto ad altri oppure aggiungere nella propria dieta l’assunzione regolare di fermenti lattici o di integratori e regolatori intestinali che aiutino a mantenere l’equilibrio della flora batterica intestinale sono assolutamente degli efficaci rimedi da mettere in pratica.

Ci sono, infatti, alcuni alimenti sgonfia pancia. Via libera a banane, fragole, kiwi, mandarini, arance, pompelmi, carote, zucchine, peperoni, melanzane, lattuga, fagiolini, zucca e pomodoro. Per i carboidrati? Meglio preferire il riso e il farro alla pasta, al pane e ai prodotti lievitati.

Per integrare l’assunzione di fermenti lattici, lo yogurt è un’efficace scelta da aggiungere nella propria dieta.

Un altro modo per evitare problemi all’intestino, è quello di favorire l’evacuazione – atto fondamentale poiché non solo aiuta a eliminare le sostanze di scarto nel corpo, ma diminuisce anche la tensione addominale.

È proprio questo il motivo per cui sono preferibili alimenti ricchi di fibre, oppure regolatori intestinali come il Biocol, un prodotto a base totalmente naturale.

Il Biocol aumenta la funzione digestiva, disintossica le vie biliari e purifica la massa sanguigna, il tutto in modo dolce e indolore. L’intestino ne sarà grato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *