Integratori

Come prevenire la sindrome del tunnel carpale

GE.FO. nutrition Srl: Sidermis Compresse

Sidermis compresse costituisce un valido aiuto contro la sindrome del tunnel carpale. Per capirne bene il funzionamento e i benefici apportati, cerchiamo prima di conoscere al meglio la sindrome del tunnel carpale.

Per via delle parti del corpo colpite da questo disturbo, viene definito come malattia nervosa periferica. Fra queste ultime è quella che si presenta con maggior frequenza sia negli uomini che nelle donne. Anche se a dire il vero, sono le donne quelle maggiormente colpite dalla sindrome del tunnel carpale. L’incidenza a favore del sesso debole rispetto a quello forte è pari a un rapporto di 3 a 1.

Anche se non è comprovata questa relazione, sono solitamente alcuni tipi di operai e lavoratori che più spesso vengono colpiti dalla sindrome del tunnel carpale. Impiegati nel settore manifatturiero o artigianale (come calzaturiero e della pelletteria) o anche gli addetti elettronici o gli impieghi legati al settore alimentare (come i cuochi) e gli addetti ai pubblici servizi sono solitamente quelli colpiti da questa malattia nervosa periferica. L’incidenza dei casi raggiunge finanche il 60% dei lavoratori.

Il tunnel carpale non è nient’altro che una struttura del polso. Viene chiamato tunnel perché raduna e consente il passaggio a nove tendini (legati ai movimenti della mano e delle dita) e al nervo mediano (caratterizzato da funzione sia motoria sia sensitiva). Il tunnel è composto nella parte inferiore e nei lati dall’osso del polso, ossia il carpo. La parte superiore è invece composta dal cosiddetto legamento trasverso del carpo. Quest’ultimo è uno spesso strato di tessuto connettivo.

Viene infatti definita malattia nervosa periferica in quanto la sindrome del tunnel carpale non è nient’altro se non un’infiammazione dei tendini che, gonfiandosi, spingono e premono il nervo mediano. La pressione del nervo mediano causa dolore, formicolio e senso di intorpidimento.

Come prevenire la comparsa della sindrome del tunnel carpale

Sebbene la sindrome del tunnel carpale sia una malattia che si presenta con l’avanzare dell’età, 45-60 anni, ci sono alcune condizioni che ne favoriscono l’insorgenza. Alcuni di questi fattori sono legati alla particolare anatomia di quella persona.

È pur vero che non è una causa determinante la comparsa della sindrome del tunnel carpale, ma un polso eccessivamente piccolo favorisce l’insorgenza della malattia. A queste vanno ad aggiungersi altre condizioni, come il suddetto sesso oppure la predisposizione genetica.

Le attività lavorative prima citate, così come traumi e infortuni possono favorire l’insorgenza della sindrome del tunnel carpale. Vanno, infine, citate alcune condizioni che aumentano la probabilità di presentare questa malattia, quali l’obesità, la ritenzione idrica, l’artrite reumatoide, l’ipotiroidismo e l’insufficienza renale.

In tutti questi casi, Sidermis compresse si presenterà come valido aiuto nel combattere la sindrome del tunnel carpale. Un supporto che aumenta se vengono seguiti alcuni semplici consigli per prevenire la comparsa del disturbo.

Oltre l’assunzione di Sidermis compresse, andrebbe tenuta al caldo la parte colpita dalla malattia. È essenziale inoltre migliorare la postura del corpo e della posizione del polso. Durante i lavori manuali è inoltre fortemente consigliato il fare delle pause frequenti e il ridurre la forza con cui vengono eseguite queste azioni.

Come Sidermis compresse aiuta a combattere il tunnel carpale

Senza necessariamente ricorrere alla soluzione chirurgica, la sindrome del tunnel carpale la si può combattere anche con piccoli accorgimenti. Indossare tutori e assumere farmaci antinfiammatori aiutano nel sopportare il dolore.

Per limitarne la comparsa e aiutare invece a fondo il polso nel recuperare la sua normale funzionalità, si possono prediligere degli integratori studiati specificamente per il tessuto connettivo. È questo il caso di Sidermis compresse, un integratore essenziale per la sintesi del collagene e per il ripristino del tessuto connettivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *