Alimentazione, Dieta, Integratori Alimentari

Gli alimenti che rendono la pelle più elastica

GE.FO. nutrition Srl: pelle più elastica

“Siamo quello che mangiamo”, mai affermazione è stata più vera. Così come un buon o un cattivo carburante può aumentare o inficiare le prestazioni di un’auto, ugualmente il cibo incide pesantemente sul nostro stato di salute. Scopriamo allora quali sono gli alimenti che rendono la pelle più elastica.

La giusta alimentazione

È dall’alimentazione che si ricavano le sostanze fondamentali e gli elementi essenziali per tenersi in forma, avere un aspetto sano ed essere in buona salute.

È proprio dal cibo che vengono ricavati carboidrati, amminoacidi, proteine, sali, minerali e vitamine.

Tutte sostanze che servono all’organismo per il mantenimento dell’omeostasi.

Ciò vuol dire che il corpo preserva un corretto funzionamento di tutti gli organi e i tessuti.

Fra questi va senza dubbio inserita la pelle. Averne cura e tenerla in forma è fondamentale per mantenerla elastica e priva dei segni del tempo il più a lungo possibile. Più di ogni altra parte del corpo, una cute ben preservata aiuta a mantenere un aspetto giovanile e in salute.

Come fare per mantenere la pelle sana? Bisogna prevenire la formazione dei radicali liberi e la relativa ossidazione delle molecole, processi che favoriscono l’invecchiamento e la morte cellulare. Inoltre, una pelle elastica e morbida significa una pelle ricca di elastina e di collagene.

Cosa sono? Proteine essenziali che costituiscono la base dei tessuti connettivi, ossia di ossa, tendini, muscoli e pelle. Per preservare un aspetto sano della pelle, bisogna quindi avere dei buoni livelli di collagene ed elastina.

Come fare? Assumendo alimenti ricchi di queste proteine e cibi che ne favoriscano l’assorbimento, ossia pieni di sali minerali, acidi grassi omega 3 e antiossidanti.

Scopriamo insieme cosa portare in tavola per avere una pelle sana e bella.

La dieta per una pelle perfetta

Quali sono gli alimenti da portare in tavola per avere una pelle elastica e tonica?

In primis vanno assunti alimenti ricchi di antiossidanti, ossia che contengono grandi quantità di Vitamine E e C, di licopene e di resveratrolo.

La vitamina E è presente negli oli vegetali e nella frutta secca. Meglio insaporire le portate con un cucchiaio di olio crudo e di non far mancare nella propria dieta mandorle, noci e nocciole. Questi cibi ritardano l’ossidazione cutanea mantenendo la pelle tonica.

La Vitamina C è invece presente negli agrumi, in particolare nelle arance, nei limoni e nei mandarini. Questa vitamina aiuta le cellule nella formazione e nell’assorbimento del collagene, così la pelle sarà più soda e con meno rughe.

Il licopene è invece un elemento presente in larga parte nei pomodori. Questa sostanza non solo aumenta la produzione di collagene, ma agisce come potente antiossidante e protegge la pelle dalle radiazioni solari (dannose per la salute dell’epidermide).

Il resveratrolo, presente negli acini dell’uva, ha un forte potere antiossidante, combattendo sia i radicali liberi sia i raggi UV-B del sole.

Gli acidi grassi omega 3 sono invece presenti nel salmone, nel tonno e nel pesce azzurro in generale (sardine, acciughe e sgombro).

Questi grassi combattono l’invecchiamento e aiutano a ripulire i vasi sanguigni dal colesterolo cattivo.

Cos’altro deve esserci in una dieta per una pelle a prova di pizzicotto?

Il selenio, che neutralizza i radicali liberi; lo si trova nelle patate. Il silicio, che ripara i tessuti connettivi danneggiati; lo si trova nei cetrioli.

Proteine, come il collagene; si trovano nelle uova, nella carne e nel pesce.

Gli integratori sono una scelta giusta?

Per sopperire a tutte le sostanze necessarie per avere una pelle in forma ed elastica, gli integratori possono essere una buona soluzione.

Con qualche condizione. In primis, devono essere a base di sostanze naturali. Se per esempio si trovasse un integratore di collagene arricchito con uno degli altri elementi ricavati naturalmente, andrebbe più che bene.

Il discorso è diverso se vengono utilizzati delle sostanze di origine chimica.

Un esempio che valga per tutti. Il collagene idrolizzato di origine suina viene preferito a quelli sintetici perché viene facilmente assorbito dal corpo, per cui anche con poche applicazioni o capsule dell’integratore, si possono già vedere notevolmente migliorati i livelli di collagene dell’epidermide.

Integratori, sì, inoltre, ma presi con criterio.

Seguire i suggerimenti e le linee guida di un esperto che possa aiutare a ottenere il massimo senza esagerare è sicuramente il miglior modo per approcciare agli integratori e ricavarne il massimo beneficio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *